La notte dei lumini


Il Molise ha tante leggende che rendono questa piccola regione, forse, la più magica. Una tra tutte riguarda la notte tra il primo ed il due novembre, quando secondo la credenza popolare i defunti avrebbero la loro sera ‘libera’ per andare a trovare le persone che hanno lasciato. C’è chi prepara la calza, come si usa fare per l’epifania, con dolciumi vari da consegnare ai più piccoli. Come un messaggio da parte di chi non si vede più, un regalo inaspettato che vale per tutto l’anno di assenza, ma che riempie di gioia il volto dei bimbi di tutto il Molise. E se per i più piccoli è una notte di attesa, per i più grandi è la notte del ricordo. Si accendono i lumini per illuminare le case, così da essere ben visibili, si prepara la tavola con la pietanza che più piaceva e si lascia il bicchiere d’acqua, così, chi ci ha lasciato, si possa rifocillare nel tragitto, di casa in casa, mentre saluta tutti coloro che porta nel cuore. C’è chi parla di vere e proprie processioni fatte di anime che dopo aver sentito la messa della mezzanotte possono andare a trovare tutti i loro cari, solo un giorno all’anno, solo la notte tra il 1 ed il 2 novembre. I più anziani ricordano i giorni in cui i corpi si potevano stringere tra loro, quando gli sguardi erano ricambiati, i giovani ascoltano, i bimbi aspettano il regalo. Una notte fatta di ricordi, di speranze, di attese..di magia. E se fosse solo una leggenda popolare, pensare che chi ci ha tanto amato ed oggi non c’è più per un giorno potesse tornare a sorriderci ancora, non è poi così male.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.