Gli Abruzzi di Hemingway


«Mi piacerebbe che vedesse gli Abruzzi e andasse a trovare i miei a Capracotta […] C’è buona caccia. La gente le piacerebbe e anche se fa freddo è asciutto e sereno. Potrebbe stare coi miei. Mio padre è un famoso cacciatore.»

“Addio alle armi” – Ernest Hemingway

Dove il Molise si confonde con il “fratello” Abruzzo si tiene il convegno che spiegherà come il territorio molisano ed i suoi abitanti abbiano notevolmente influenzato la vita del noto scrittore. L’incontro sarà a Borgotufi, oggi alle 16:00, ed avrà storici e studiosi del settore che, con documenti alla mano, rivivranno quegli anni così importanti per Hemingway, a tal punto che scrisse proprio il libro ‘Addio alle armi’. Era il lontano 3 novembre di cento anni fa quando l’Italia e l’Austria finalmente firmarono l’armistizio.

Una data impressa nella storia di tutti gli italiani che sancisce la fine della prima guerra mondiale. Studiando la vita e le opere di Ernest Hemingway si evidenzia la sua passione per gli ‘Abruzzi’, ed ecco che proprio in questo giorno, unendo la passione dello scrittore con il territorio molisano e la fine della prima grande guerra nasce il convegno ‘A cento anni dalla Grande Guerra, gli Bruzzi di Hemingway’. Tra i partecipanti ,oltre al sindaco di Castel del Giudice Lino Gentile, ci sarà Achille Conti dell’Università di Bologna, Francesca Razzi dell’università di Chieti che parlerà di ‘Hemingway in Italia, Mario Angelaccio sarà il moderatore e parlerà del premio Nobel alla letteratura attribuito allo scrittore, Eugenio Galliano che parlerà proprio della figura di Padre Placido il cappellano di Capracotta di cui parla Hemingway e Donato Toma Presidente della Regione Molise.

Con patrocinio del comune di Castel del Giudice, della Regione Molise, dell’associazione ‘Amici di Capracotta’ e l’associazione culturale ‘La Terra Vecchia’. Un appuntamento per scoprire, passo dopo passo, la relazione profonda tra Ernest Hemingway ed il Molise.

4 pensieri riguardo “Gli Abruzzi di Hemingway”

    1. Grazie mille per la segnalazione, abbiamo provveduto tempestivamente alla correzione. chiediamo scusa per l’errore. Continui a seguirci in modo da farci crescere e migliorare. Grazie dallo Staff.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.