Dal Canada per onorare i caduti della II Guerra Mondiale


Un suono come quello che annunciava l’arrivo di una bomba non si dimentica mai‘. E chissà quante volte quelle sirene hanno ghiacciato il sangue dei molisani, nascosti dai tedeschi o in prima fila per cercare di combatterli.

Purtroppo molti, tanti, hanno perso la vita nel cercare di far indietreggiare i nazisti anche solo di qualche chilometro. Quei corpi senza vita a terra non avevano bandiera, erano solo persone coraggiose che hanno permesso un futuro a tutte le generazioni a venire. E mischiati tra i molisani c’erano anche molti canadesi che hanno combattuto fianco a fianco con la ‘nostra gente’.

Per ricordare questi eroi dal Canada è arrivata una delegazione per commemorare i connazionali. Ben 7.200 chilometri per non dimenticare, per onorare il sacrificio di questi soldati, per mettere ancora una volta un fiore a chi non c’è potuto essere.

Tutto questo è stato possibile, ancora una volta, grazie a San Pietro Avellana. Questo paese al confine tra Abruzzo e Molise è davvero una pietra preziosa per tutta la regione. I Canadesi, dopo aver ricordato i soldati morti hanno gradito il modo impeccabile in cui vengono mantenuti i monumenti. Dopo aver visitato la cittadina ed assaggiato i piatti della tradizione il Canada promuove San Pietro Avellana.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.