Il 30 Aprile, la corsa, gli animali, il luogo comune


Può sembrare una data come tutte, come tante. La fine del mese, il giorno prima del riposo, la vigilia del concerto. Per il basso Molise invece il 30 Aprile è la Corsa dei Carri di San Martino. Il 29, come tradizione vuole, i carri (Giovani, Giovanotti e Giovanissimi) lodano San Leo con fuochi d’artificio per l’intera cittadina. Ma non fuochi in aria da applausi e chiacchiere, fuochi che non hanno nulla da invidiare a quelli noti di San Severo. Canti popolari, emozioni e tradizioni la fanno da padrone. Ed è inutile parlarne…se vi piace ci andate, altrimenti in TV comunque qualcosa la trasmettono. Il 30 il paese si sveglia con un’aria di festa… Si sente nell’aria l’emozione dei tifosi, la forte appartenenza religiosa, la paura, l’adrenalina. Io di corse ne ho viste tante, la prima non la ricordo perché avevo 4 mesi, ma ricordo l’ultima. Quattro anni fa, ero sempre al tratturo. Vi racconto la Carrese vista da un’animalista, quella vera, quella che non mangia carne perché mi dispiace, quella che da bambina litigava con i genitori perché non dovevano uccidere il maiale, quella che se trova un cane se lo porta a casa, quella che a Pasqua tifa per l’agnello. Ecco, proprio io, sono schierata dalla parte della Carrese. Ebbene sì. In anni ne ho sentite di baggianate, di gente che mi diceva: ‘E allora non sei aninalista’…’E non vedi come stanno i buoi?’. Beh io nelle stalle ci sono entrata… Per un’animalista vedere che i buoi, invece di finire sulle tavole venivano accarezzati, era una vittoria. Li ho visti coccolati, guardati con occhi dolci ed intensi che nemmeno davanti avessero una bella donna, preoccupati se il bue non stava bene, se non aveva fame o se la cacca era strana. Tutti accorgimenti che io da mamma noto nei miei figli. E dov’è la tortura? Il giorno della Corsa poi lo stalliere raccomanda i suoi ‘figli’ ai carristi e pensate si raccomanda al bue di correre bene e di tornare a casa. E dov’è la tortura? Perché il bue corre? E beato lui che in un anno tra cibo, coccole e passeggiate impara, si allena e corre. Io in un anno non sono nemmeno riuscita a perdere un kg. E chi è l’animale? ‘E ma hanno la lingua fuori, il sudore sulle gambe, la schiuma etc’. Avete mai visto uno correre senza sudore? No perché io no. E dov’è la tortura? Appena fermi vengono subito coperti (per non farli ammalare) e riportati nella loro stalla. Cosa che farebbe una mamma dopo aver visto correre suo figlio, sudato, lo coprirebbe e lo riporterebbe a casa, vincente o no, soddisfatto. E dov’è la tortura? I cavalli pungono i buoi.. si, può succedere, ma è la stessa sensazione che prova un diabetico nel farsi una puntura… ‘E allora tu giustifichi questo atto’. No, potrei condannarlo, ma preferisco vederli correre piuttosto che dentro un panino. ‘E quando diventano vecchi?’ Sarà uguale a quello che succederà ad ogni essere umano… Morirà, noi finiremo sottoterra mangiati dai vermetti (è un processo naturale), il bue terminerà la sua vita, dopo anni di coccole e visi umani, così come la finirebbe se invece poco più che giovanotto finisse sulle tavoli degli italiani. E dov’è la tortura? Non c’è, solo che la moda preferisce scagliarsi contro il meno e non contro il grande. Se queste forze fossero concentrate davvero verso il maltrattamento degli animali e della terra (vedi il Palio di Siena, vedi le discariche a cielo aperto) vivremmo in un paese sicuramente migliore. Ed allora grazie a Pasquale di Bello, a San Martino, a San Leo, ai carristi, alle loro famiglie, al carro dei Giovanotti, ai Giovanissimi e soprattutto ai Giovani (sono di parte) per aver creduto nelle loro radici, per aver combattuto contro l’ignoranza di un luogo comune, per aver riportato il 30 Aprile al suo posto. E buona Carrese a tutti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.